Il Consiglio di Stato (se mai ve ne fosse bisogno) ribadisce come anche gli enti del S.S.N. siano obbligati ad usare CONSIP con la precisazione, tuttavia, che non debbono scaricare solo le “convenzioni” ma siano obbligati anche gli acquisti sul MEPA della centrale di committenza nazionale, sempreche il prodotto o servizio che gli necessita risulti presente in qualche catalogo di operatori economici.

La vicenda nasce da un ricorso formulato da una società avverso l’annullamento di una gara indetta ex art. 125 D.Lgs.n. 163/06 in quanto l’amministrazione appaltante (Azienda Ospedaliera “Umberto I” di Ancona) aveva poi deciso di fare ricorso al mercato elettronico di CONSIP, mentre, per gli acquisti sotto i 40.000 €, secondo la ricorrente non sussisterebbe alcun obbligo per le amministrazioni sanitarie.

Il Consiglio di Stato dissente da tale prospettazione precisando come al contrario tutte le AA.SS.LL. siano vincolate – ex art. 15, comma 13° lett.d) D.L. n. 95/2012 (conv. L.n. 135/2012) – a procedere ai propri acquisti – anche sottosoglia – tramite la piattaforma CONSIP, con l’unica eccezione rappresentata dalla mancata presenza, su tale piattaforma, di un prodotto /servizio in grado di soddisfare le esigenze della stazione appaltante.

Posto come, nel caso di specie, il servizio dedotto in gara non fosse effettivamente perfettamente corrispondente al servizio presente su CONSIP ma che comunque, in termini d’affinità ed equivalenza, risultasse in ogni caso sufficientemente conforme alle manifestate esigenze dell’Azienda Ospedaliera di Ancona,  il Consiglio di Stato ha confermato la correttezza dell’operato dell’amministrazione sanitaria.

ALLEGATO:
Consiglio di Stato, sez. III°, 22/10/2014, n. 5202


Gli acquisti sul Mepa

di Giancarlo Sorrentino e Alessandro Massari

 

Andrea Stefanelli

L'avv. Andrea Stefanelli è contitolare dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli in Bologna (www.studiolegalestefanelli.it). E’ iscritto all’Ordine degli Avvocati del Foro di Bologna ed all’Albo dei Cassazionisti a Roma. Si è sempre occupato, nel corso della sua attività professionale, di diritto amministrativo ed, in particolare, di contrattualistica pubblica e di diritto degli appalti. E' stato relatore in moltissimi convegni, workshop e seminari.Collabora con continuità alle riviste TELEXANIE (Confindustria) e TEME (Rivista degli Provveditori Economi in Sanità). Patrocina la difesa di molte società avanti i TT.AA.RR. periferici ed il Consiglio di Stato.

Scrivi un Commento

*