T.A.R. Roma, III-quater, 13/11/2013, n. 9697

La regione Lazio indice una gara centralizzata per l’affidamento del servizio di pulizia, sanificazione, consegna e trasporto per tutte le Aziende Sanitarie regionali, suddivisa in 10 lotti e del valore complessivo di 266.512.000,00 e la lex specalis di gara prevede che, in caso di partecipazione a piu’ lotti, il requisito della capacità economico-finanziaria (previsto nell’1,5 del fatturato globale e dello 0,7 di quello specifico relativamente ad ogni lotto), sia comunque rappresentato dalla sommatoria del valore per ciascuno dei lotti ai quali si partecipa.

La precedente affidataria del servizio impugna dette richieste ritenendo impossibile, visto l’importo complessivo della gara, partecipare a tutti i lotti ma il TAR Lazio, investito della questione, rigetta il ricorso affermando che, se effettivamente la gara multi-lotti rappresenta in realtà una molteplicità di gare (tante quanti sono i lotti), è tuttavia altrettanto vero che, in quanto detti lotti sono tutti affidabili contemporaneamente, l’eventuale aggiudicataria “unica” dovrà gestire contemporaneamente tutti i servizi dedotti in gara e come pertanto può risultare assolutamente legittimo pretendere che tale affidataria possegga dei requisiti economico-finanziari corrispondenti al valore complessivo dei lotti che si è aggiudicata.

Ti potrebbe interessare:
T.A.R. Roma, III-quater, 13/11/2013, n. 9697 – testo integrale

redazione

La redazione di Appalti&Sanità

Scrivi un Commento

*