Consiglio di Stato, III°, 11/4/2014, n. 1793

In una controversia relativa all’estensione delle convenzioni CONSIP anche alle Amministrazioni Sanitarie il Consiglio di Stato ne conferma la piena vincolatività (in quanto la prescrizione di cui all’art. 1, comma 23° D.Lgs.n. 95/2013, secondo cui “agli enti del servizio sanitario nazionale non si applicano le disposizioni di cui al presente articolo”, dev’essere interpretata nel senso che alle Amministrazioni sanitarie trova applicazione solo il successivo art. 15 del medesimo D.Lgs.), ma ne divieta l’applicazione ai rinnovi.

In altri termini il giudice di 2° grado configura una violazione del diritto comunitario nel caso delle proroghe disposte dalla cd. “2° Spending Review”, laddove prevede che “le quantità ovvero gli importi massimi complessivi [delle convenzioni CONSIP] sono incrementati in misura pari alla quantità ovvero all’importo originario, a decorrere dalla di esaurimento della convezione stessa [.] la durata delle convenzioni [.] è prorogata [.] a decorrere dalla data di esaurimento della convenzione originaria” (art. 1).

La normativa in parola, secondo il Consiglio di Stato, viola infatti le disposizioni della Direttiva comunitaria 20054/18/CE in quanto il rinnovo configura, di fatto, un affidamento senza gara e  la normativa comunitaria prevede la legittimità di eventuali rinnovi ma solo nell’ipotesi in cui tali rinnovi siano già previsti in gara (e di cui quindi l’importo “totale” sia già indicato nel bando).

Questa pronuncia conferma la posizione giurisprudenziale che sta via via prendendo il Consiglio di Stato relativamente all’istituto della proroga della convenzioni CONSIP, come si evince anche da altra sentenza (Cons.Stato 27/3/2014, n. 1486) commentata sempre in questa rivista (31/3/2014).

Andrea Stefanelli

L'avv. Andrea Stefanelli è contitolare dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli in Bologna (www.studiolegalestefanelli.it). E’ iscritto all’Ordine degli Avvocati del Foro di Bologna ed all’Albo dei Cassazionisti a Roma. Si è sempre occupato, nel corso della sua attività professionale, di diritto amministrativo ed, in particolare, di contrattualistica pubblica e di diritto degli appalti. E' stato relatore in moltissimi convegni, workshop e seminari.Collabora con continuità alle riviste TELEXANIE (Confindustria) e TEME (Rivista degli Provveditori Economi in Sanità). Patrocina la difesa di molte società avanti i TT.AA.RR. periferici ed il Consiglio di Stato.

Scrivi un Commento

*