L’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato, a cui CONSIP ha richiesto il parere preventivo sullo schema di bando di gara per l’affidamento del multiservizio tecnologico integrato, con fornitura di  energia per gli edifici utilizzati dalle Amministrazioni sanitarie, ha confermato la conformità di detto bando agli orientamenti dell’A.G.C.M. sui bandi CONSIP (vedasi parere AS/251 del 30/1/2003).

In particolare l’Antitrust ha preso atto con soddisfazione della suddivisione in 12 lotti “geografici” nonché in ulteriori 4 lotti per servizi accessori, tutti di diverso valore economico, al fine di consentire in tal modo una piu’ ampia partecipazione alla gara.

Per quanto poi concerne la formula cd. “interdipendente al ribasso medio”, scelta quale criterio d’aggiudicazione, l’A.G.C.M. ha precisato come ogni valutazione relativa all’eventuale limitazione concorrenziale che dovesse configurarsi a causa di detto criterio aggiudicatorio, poiché dev’essere valutato in relazione alle specifiche caratteristiche della singola gara nonché, piu’, in generale, al mercato di riferimento, qualsivoglia valutazione dev’essere assunta a gara esperita, non potendo formularsi a priori alcuna considerazione che possa ritenersi fondata nei fatti.

ALLEGATO
Parere A.G.C.M. AS/1146 del 29/7/2014

(pubblicato sul Bollettino 22/9/2014 n. 36)

Andrea Stefanelli

L'avv. Andrea Stefanelli è contitolare dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli in Bologna (www.studiolegalestefanelli.it). E’ iscritto all’Ordine degli Avvocati del Foro di Bologna ed all’Albo dei Cassazionisti a Roma. Si è sempre occupato, nel corso della sua attività professionale, di diritto amministrativo ed, in particolare, di contrattualistica pubblica e di diritto degli appalti. E' stato relatore in moltissimi convegni, workshop e seminari.Collabora con continuità alle riviste TELEXANIE (Confindustria) e TEME (Rivista degli Provveditori Economi in Sanità). Patrocina la difesa di molte società avanti i TT.AA.RR. periferici ed il Consiglio di Stato.

Scrivi un Commento

*