L’Azienda ULSS n.19 di Adria indiceva una procedura ristretta per l’affidamento del servizio di pulizia e sanificazione di alcune aziende sanitarie, ma l’aggiudicazione veniva contestata in quanto la ditta aggiudicataria avrebbe rilasciato dichiarazioni ex art. 38 D.Lgs.n. 163/2006 in cui il dichiarante autocertificava il possesso di requisiti d’ordine generale relativamente a soggetti terzi, utilizzando l’espressione “per quanto a propria conoscenza” e “per quanto risulta agli atti” in modo tale da renderle, a parere dell’appellante, prive di valore ed in contrasto con le norme in materia di dichiarazioni sostitutive ex D.P.R. n. 445/2000.

Il Consiglio di Stato, sez.III, con la sentenza del 2 luglio 2014, n. 3325 ha però ritenuto l’utilizzo di tali espressioni irrilevanti per la validità delle autocertificazioni, in quanto l’art. 47, comma 2° D.P.R. n. 445/2000 espressamente consente che una dichiarazione resa “nel proprio interesse” possa anche far riferimento a qualità personali e fatti relativi ad soggetti “altri”, di cui tuttavia il dichiarante ha diretta conoscenza.

In altri termini l’espressione “per quanto a propria conoscenza” non può ritenersi una modalità per ridurre la responsabilità del dichiarante, né conseguentemente rappresentare un valido motivo d’esclusione poichè, nel rendere la dichiarazione in forma di autocertificazione, il dichiarante si assume comunque la piena responsabilità di quanto autocertifica, con ogni relativa conseguenza ad essa riconnesso.

Secondo il Collegio, inoltre, non può costituire legittimo motivo d’esclusione nemmeno il fatto che il dichiarante non abbia esposto le ragioni dell’omissione delle dichiarazioni da parte dei diretti interessati, ben potendo l’amministrazione – a fronte di una chiara identificazione dei soggetti terzi “non direttamente dichiaranti” – effettuare essa stessa le opportune verifiche attraverso la consultazione di pubblici archivi, di cui ha libero accesso a differenza del soggetto dichiarante.

Fabio Caruso

Dalla formazione universitaria si è sempre dedicato al Diritto Amministrativo, con particolare attenzione alla tematica del diritto degli appalti e dei contratti pubblici.

Scrivi un Commento

*