Corte di cassazione, con la sentenza 11905/2014 Interessante sentenza della Cassazione che fa chiarezza su un tema un po’ confuso: nel caso di ritardato pagamento da parte di ente del SSR (situazione di fatto molto comune) per ottenere gli interessi di mora occorre un atto formale o il conteggio “scatta” automaticamente)  come per i privati?

Leggi ancora…

Con sentenza TAR Lazio 28 febbraio 2014 n. 2355 i giudici del TAR hanno stabilito che la ASL deve spiegare ai suoi fornitori perché non paga. Il caso è quello di una / Sanitaria Ortopedia DueGi che svolgeva un’attività di produzione e commercio di presidi medico-protesici di cui al Nomenclatore ex DM 332/99 a favore

Leggi ancora…

Consiglio di Stato III°, 24/12/2013, n. 6232 Cons.Stato III°, 10/12/2013, n. 5892, 5891, 5889 Alcune società creditrici delle Aziende Sanitarie di Caserta, di Salerno, di Cosenza ecc. avevano richiesto ed ottenuto dai Tribunali competenti decreti ingiuntivi per forniture di beni e servizi non pagati da dette amministrazioni, che tuttavia si erano “difese” semplicemente opponendo l’impossibilità

Leggi ancora…

a cura dell’avv. Andrea Stefanelli Consiglio Stato, III° 6/11/2013, n. 5310 Consiglio Stato, III° 6/11/2013, n. 5324 Il Consiglio di Stato ha assunte due pronunce del medesimo tenore nei confronti dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza e dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone, che si erano difese relativamente alla richiesta di pagamento di somme di denaro. Due

Leggi ancora…

a cura dell’avv. Andrea Stefanelli [Corte Costituzionale 3/7/2013, n. 186]   La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illeggittimità costituzionale dell’art.1, comma 51 della “Legge di stabilità 2011” che prevedeva, nei confronti delle Regioni commissariate (in quanto già sottoposte a piani di rientro dal disavanzo sanitario), come non potessero essere intraprese o proseguite azioni esecutive fino al

Leggi ancora…

Con la Legge Finanziaria 2005 (L.n. 311/2004) e con la successiva Intesa Stato-regioni del 23/3/2005 sono stati introdotti una serie di adempimenti per le Regioni con un bilancio sanitario in deficit. In particolare l’art. 1, comma 174 della citata L.n. 311/2004, modificato da successivi interventi normativi – art.1, comma 277 L.n. 266/2005 (Legge Finanziaria 2006),

Leggi ancora…

[Consiglio Stato, III°, 12/4/2013,n 1987] Fino a quando non verrà disposta, con apposito provvedimento, l’estinzione delle gestioni liquidatorie (già sezioni-stralcio) non si potrà agire, per i crediti vantati per i periodi di riferimento, nei confronti dei Direttori Generali delle Aziende UU.SS.LL. anche se questi sono stati nominati, dalle singole regioni, Commissari liquidatori. E’ quanto ha

Leggi ancora…