Consiglio di Stato, III°, 20/03/2014, n.1365

Il Supremo Collegio, confermando la precedente pronuncia del TAR Campania, ha statuito la piena legittimità della delibera con cui l’ASL Salerno 1, in assenza del nulla-osta regionale, revocava la nomina di una società a “Promotore” del progetto per la realizzazione del nuovo Plesso ospedaliero di Cava dei Tirreni.

Va al riguardo ricordato come l’art. 29 L.n.132/68 disponga, dopo aver previsto che ciascuna Regione deve provvedere a programmare i propri interventi nel settore ospedaliero con la legge d’approvazione del Piano quinquennale, che “nessuna opera di costruzione, ampliamento, trasformazione, potrà essere realizzata se non prevista da detta legge”.

Del contenuto della suddetta norma era ben consapevole l’Azienda Sanitaria di Salerno, che infatti subordinava le proprie determinazioni ad una condizione sospensiva, ovvero statuiva che il nuovo Ospedale si sarebbe potuto realizzare solo qualora fosse intervenuta l’autorizzazione regionale, in ossequio alla pianificazione a livello regionale in materia ospedaliera.

Nel caso di specie, emersa al contrario l’impossibilità d’adozione dell’autorizzazione regionale in relazione alla disciplina normativa esistente nella Regione Campania, ciò comportava un evento impeditivo all’individuazione del “Promotore” nonché alla dichiarazione di pubblico interesse del progetto dal medesimo presentato.

Fino a quando, infatti, non si provvederà alla revisione della rete ospedaliera campana, la Regione non potrà autorizzare alcuna realizzazione di nuove strutture ospedaliere; se a ciò poi s’aggiunge che, oltre alla mancata autorizzazione regionale, il progetto in questione non aveva mai ottenuto la dichiarazione di pubblica utilità, è evidente che in osservanza ai  principi di correttezza e affidabilità, l’Asl non poteva fare altro che revocare la delibera di cui trattasi.

Claudia Patti

Laureata in giurisprudenza, nell’anno 2009 ha svolto attività di collaborazione presso il Tribunale Amministrativo Regionale di Bologna, nel 2010 ha fatto tirocinio presso l’Avvocatura dello Stato e nel 2011 ha conferito la Specializzazione in Studi sulla Pubblica Amministrazione presso la SPISA di Bologna.

Scrivi un Commento

*