Per chi si occupa di autorizzazioni sanitarie la decisione del Consiglio di Stato n. 550 del 29 gennaio 2013 rappresenta senza dubbio una sentenza di portata “storica”. In sintesi il caso, per poi illustrare la portata giuridica della decisione assunta. Una casa di cura della Regione Lazio chiedeva l’autorizzazione per l’ampliamento di n. 20 posti

Leggi ancora…

a cura di avv. Silvia Stefanelli La giurisprudenza in materia di dispositivi medici è molto scarna. Quindi quando viene pubblicata una sentenza in materia vale la pena di leggerla ed analizzarla con molta attenzione. Peraltro la recente Cassazione Penale, sez IV 11 marzo 2013 n. 11439 (pres. Marzano – Est Ciampi)  è  veramente molto interessante.

Leggi ancora…

[Consiglio Stato, III°, 14/3/2013, n. 1533] L’ASL n. 5 Spezzino ha indetto una gara per l’affidamento del servizio di logistica farmaceutica ed ha richiesto, per la sua partecipazione, il deposito della domanda d’autorizzazione al commercio all’ingrosso di medicinali, da inserirsi nella busta contenente la documentazione amministrativa. La società seconda graduata ha acceduto alla documentazione dell’aggiudicataria

Leggi ancora…

Trib. Catanzaro, sez. II, sentenza 18 gennaio 2013 Così ha stabilito la recente sentenza del Tribunale di Catanzaro (est. L. Nania). Dopo aver  fatto il  punto dei diversi istituti giuridici che si applicano ai contratti che intercorrono tra strutture accreditate (sanitarie ed socio-asssitenziali) e ASL, il Tribunale di Catanzaro sancisce – per la prima volta

Leggi ancora…

Si apre una nuova era nei rapporti tra cittadini/imprese e Pubblica Amministrazione. La strada è stata segnata dall’art. 1 comma 36 della legge 190/2012 (c.d. legge anticorruzione) che delegava il Governo ad emanare, entro sei mesi, un decreto sulla trasparenza della Pubblica amministrazione. Più esattamente, fatta la ricognizione degli (scarni) obblighi di trasparenza già vigenti

Leggi ancora…

a cura di avv. Silvia Stefanelli L’Azienda USL è tenuta ad applicare i principi di trasparenza e concorsualità nella scelta della struttura sanitaria accreditata che dovrà erogare le prestazioni a favore degli assistiti? Sembra che la giurisprudenza, ogni volta che viene interpellata sul tema, non abbia dubbi. Vediamo di ricostruire i diversi passaggi. L’art. 8-

Leggi ancora…

[T.A.R. Umbria, I°, 30/1/2103, n. 61] Il criterio del prezzo piu’ basso è ammissibile in una gara solo quando la lex specialis non lascia margini d’autonomia – in termini qualitativi – ai concorrenti nella fase di formulazione della loro offerta, in modo che l’unica variabile sia rappresentata dal prezzo; pertanto, qualora per la natura dei

Leggi ancora…