Mano libera ai piccoli comuni sugli acquisti per importi inferiori a 40.000 euro. C’è anche questo nel menù del “decreto enti locali”, che dovrebbe essere emanato nel Consiglio del Ministri del prossimo 5 giugno, dopo una lunga e tribolata gestazione. Nelle ultime bozze del provvedimento, infatti, è stato inserito un correttivo all’art. 23-ter del d.l.

Leggi ancora…