a cura dell’avv. Andrea Stefanelli

TAR Lazio,  sez. III, 15/5/2013, n. 4912

E’ stata pubblicata anche l’ultima sentenza relativa all’impugnazione dell’Elenco-prezzi fissati dall’A.V.C.P., pure questa in materia di farmaci e non priva di interessanti spunti di riflessione.

Nel caso in questione era stato infatti fissato un prezzo di un principio attivo, che non risultava tuttavia fra quelli maggiormente incidenti sulla spesa sanitaria e che, oltretutto, era stato inserito in una categoria ATC in cui vi era un altro principio attivo che “copriva” circa il 50% di spesa dell’intera categoria ATC ed a cui non era assegnato alcun prezzo; ciò determinava un’ingiustificata discriminazione fra detti due principi attivi oltre ad apparire totalmente logico che, nell’ottica della riduzione di spesa sanitaria, risultasse fissato il prezzo per un prodotto appartenente ad un paniere in cui il prodotto piu’ acquistato non avesse, invece, un prezzo “imposto”.

Non solo in quanto il principio attivo il cui prezzo AVCP era stato impugnato risultava fissato al 10° percentile, con una riduzione da 58 € (prezzo assunto da una prima rilevazione del 28/2/2012) a 52,495 € (prezzo assunto da una successiva rilevazione del 1/7/2012), determinazione di prezzo, tuttavia, totalmente priva del supporto di una corretta fase istruttoria, in grado di giustificare un tale “arrotondamento”.

In forza dunque di queste due precise motivazioni il TAR Lazio ha “nuovamente” annullato l’Elenco-prezzi determinato dall’Autorità di Vigilanza dei Contratti Pubblici o, più correttamente, né ha sanzionato l’iter procedimentale di sua determinazione, in tal modo “segnalando”  – e questa sentenza, probabilmente, piu’ di tutte le precedenti altre – anche il corretto modus operandi per le nuove determinazioni che oramai tutti ci aspettiamo.

Andrea Stefanelli

L'avv. Andrea Stefanelli è contitolare dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli in Bologna (www.studiolegalestefanelli.it). E’ iscritto all’Ordine degli Avvocati del Foro di Bologna ed all’Albo dei Cassazionisti a Roma. Si è sempre occupato, nel corso della sua attività professionale, di diritto amministrativo ed, in particolare, di contrattualistica pubblica e di diritto degli appalti. E' stato relatore in moltissimi convegni, workshop e seminari.Collabora con continuità alle riviste TELEXANIE (Confindustria) e TEME (Rivista degli Provveditori Economi in Sanità). Patrocina la difesa di molte società avanti i TT.AA.RR. periferici ed il Consiglio di Stato.

Scrivi un Commento

*